36° CONGRESSO NAZIONALE SIE 2019, Bologna 7-9 Novembre
Franco Ongaro

Franco Ongaro

Laureato in Medicina e Chirurgia all’ Università di Bologna con Lode.Relatore a vari Congressi su tematiche endodontiche (S.I.E., S.T.E, Congresso Internazionale di Montecarlo, Egyptian Association of Endodontics,Warm Guttapercha Study Club. E’ Socio Attivo delle seguenti Società Scientifiche: 
– S.I.E. (Società Italiana di Endodonzia)
– A.I.O.M. (Accademia Italiana di Endodonzia Microscopica).
– E’ Socio Certificato E.S.E. (European Society of Endodontology).
– E’ socio del W.G.S.C. ( Warm Guttapercha Study Club)

Nel 2005 e 2006 docente nel Corso di perfezionamento in Endodonzia dell’ Università di Padova.
Dal 2007 al 2013 professore a contratto nel Master di Endodonzia dell’Università di Padova.
Nel 2005 e 2007 docente nel Master di Endodonzia dell’ Università di Verona.
Nel 2006 e 2007 docente nel Corso di perfezionamento in Endodonzia dell’Università di Trieste.
Nel 2008 docente nel corso di aggiornamento professionale teorico-pratico di ritrattamenti endodontici dell’ Università di Trieste.
Nel 2014 professore a contratto nell’insegnamento di Endodonzia dell’Università di Trieste e docente nel Corso di perfezionamento in Endodonzia dell’Università di Padova.
Nel 2015 docente nell’insegnamento di Endodonzia dell’Università di Trieste e docente nel corso di aggiornamento professionale di ritrattamenti endodontici dell’Ospedale Carlo Poma di Mantova. Segretario S.T.E. per il biennio 2009-2011. Dal 2012 al 2018 membro della Commissione Accettazione Soci della S.I.E.Dal 2019 membro del Consiglio Direttivo della S.I.E. 
Presso il proprio studio in Trieste si dedica esclusivamente all’ Endodonzia con particolare riferimento alla microendodonzia.

Decision making nella fase di otturazione canalare: risultati a distanza

Ven 10 Nov

12:50

Il trattamento endodontico è costituito da una seria consecutiva di precisi interventi.
Ogni fase della sequenza rappresenta la premessa per la fase successiva.
Se gli obiettivi delle varie fasi saranno raggiunti, ogni fase successiva procederà senza intoppi e l’intera sequenza della terapia endodontica proseguirà bene fino al termine.
Dopo aver formulato la diagnosi, il primo passo clinico è la preparazione della cavità di accesso, seguita dalla detersione, dalla sagomatura e per finire dalla otturazione tridimensionale del sistema dei canali radicolari.
L’otturazione risulta quindi essere l’atto conclusivo del nostro trattamento.
L’otturazione si rende necessaria in quanto con la detersione e la sagomatura noi riusciamo ad ottenere solo un abbattimento della carica batterica o disinfezione che dir si voglia dei sistemi canalari.
Alcuni batteri quindi rimangono all’interno dell’endodonto.
Per prenderci cura di questi batteri noi dobbiamo otturare tridimensionalmente il sistema dei canali radicolari, in questo modo isoleremo l’endodonto dal parodonto sigillando le porte di uscita e mureremo vivi i batteri i quali in parte moriranno e in parte si trasformeranno in spore.
Molte sono le tecniche ed i materiali utilizzati per otturare, ognuna con le sue indicazioni.
Si parte dai vari tipi di otturazione con guttaperca, per passare al triossidomineralaggregato e finire con i cementi bioceramici.
Con una serie di casi clinici verrà spiegato il decision making di una tecnica rispetto ad un’altra con i relativi risultati a distanza.

Interessa?

Se sei interessato non mancare
Share This